Il modo in cui fruiamo dei giornali d’informazione è cambiato ormai da tempo e l’utilizzo dei canali Telegram è entrato a pieno titolo fra le modalità di lettura dei quotidiani.

Certo, la diffusione fra gli utenti è ancora limitata. In compenso qui, le persone che entrano a far parte di un canale d’informazione sono altamente profilate. Si aspettano, in genere, di avere a disposizione in una sola app notizie non personalizzate dagli algoritmi, magari seguendo quotidiani differenti nazionali e locali.

Insomma, se vuoi ricevere dei contenuti specifici in maniera semplice e continuativa, seguire un canale Telegram può fare al caso tuo.

 

Telegram: tante notizie non circoscritte ai soli nostri interessi

 

Le notizie delle pagine che seguiamo su Facebook finiscono nella nostra bacheca in maniera estremamente selezionata dall’algoritmo della piattaforma. Questo fa sì che affidarsi a sistemi come questi per capire cosa accade nel mondo diventa estremamente limitante.

Gli algoritmi, infatti, si basano sui nostri gusti per mostrarci argomenti personalizzati in base ai nostri principali interessi e ci fanno rimanere all’interno della nostra bolla.

Più che aiutarci a creare la nostra dose d’informazione giornaliera, ci fanno piombare in una vera e propria camera d’eco, che favorisce bias cognitivi come quello di conferma. Come facciamo a capire gli sviluppi del mondo se tutto sembra andare come ci aspettiamo?

Leggere un giornale cartaceo o scorrerne la versione online ci permette di buttare un occhio anche su quelle notizie che normalmente non sarebbero di nostro interesse, ma che lì per lì finiscono per attirare la nostra curiosità. A differenza di Facebook o simili, i canali dei giornali su Telegram permettono proprio questo tipo di approccio all’informazione e ciò è uno dei motivi per cui sono apprezzati dagli utenti che vi gravitano intorno.

C’è poi anche il fattore gratuità. Vuoi per la diffusione capillare delle notizie dei vari giornali in internet, vuoi un po’ per la sfiducia che sta subendo il mondo giornalistico, sono molti quelli che preferiscono evitare di pagare per un abbonamento ad un quotidiano.

Da questi elementi possiamo dedurre chi è il tipico fruitore dei canali Telegram di giornali:

  • Non vuole una selezione troppo personalizzata delle notizie e preferisce averne un ventaglio più variegato

 

  • Preferisce non abbonarsi ad un quotidiano o è abbonato a uno o ad alcuni di essi per ricevere gli approfondimenti, ma vuole monitorare anche gli altri in maniera semplice e diretta

 

Come funziona un canale e quali sono i vantaggi per l’informazione

 

Facciamo ora un passettino indietro e vediamo come funziona un canale Telegram.

Per fare un paragone, possiamo dire che è simile ad una lista broadcast di WhatsApp, dal momento che i contenuti ci arrivano come fossero dei messaggi privati.

Ci sono però delle differenze fra i due sistemi di messagistica:

  • Per accedere ad una lista Telegram basta la semplice iscrizione. Mentre per le liste broadcast di WhatsApp è necessario rilasciare il proprio numero di telefono e salvare quello dell’amministratore per ricevere i contenuti, qui si evita ogni macchinosità.

Iscriversi e accedere al servizio è ancora più semplice.

 

  • I canali Telegram non hanno limiti per il numero d’iscritti: troverete sempre un unico canale. Inoltre, chi crea i contenuti riuscirà a curarlo meglio, non dovendosi magari occupare di liste differenti.

 

  • Telegram può essere usato contemporaneamente su più dispositivi: decisamente una comodità da non sottovalutare!

 

Dove trovare i quotidiani su Telegram

 

Senza dover ricercare il nostro giornale manualmente nei motori di ricerca e senza dover scaricare ulteriori app, possiamo seguire in un unico luogo più quotidiani contemporaneamente.

In ogni canale troverete tutte le notizie gratuite messe a disposizione dal quotidiano che sceglierete di seguire.

Ve ne proponiamo alcuni fra quelli ufficiali, perché Telegram è un magico mondo pieno zeppo di bellissimi contenuti di ogni tipo, ma spesso ci si può imbattere in canali non autorizzati, fake o addirittura illegali.

Le testate italiane:

Le testate internazionali:

Se vuoi approfondire, contattaci! WhatsApp Scrivici

Leave a Reply