Con personal brand generalmente s’intende un processo che porta a identificare i propri punti di forza e peculiarità, per poi coltivare e comunicare questa parte migliore di sé stessi. Perché un cliente, un partner o un datore di lavoro dovrebbe scegliere proprio te? Ecco, la sua scelta andrà sicuramente verso la tua direzione in maniera entusiasta, se ti riterrà una persona credibile ed affidabile già dalla prima impressione.

 

Perché il personal branding è così importante oggi

 

Gran parte delle relazioni che stringiamo oggigiorno passano attraverso i social, spesso anche per i primi incontri, e curare la propria immagine con una buona strategia di personal branding è ormai un must.

Anche chi non è a tutti gli effetti un influencer è quantomeno in parte un personaggio pubblico. Essere consapevoli di ciò significa riuscire a cogliere il maggior numero di opportunità professionali, puntando sul proprio perno principale: sé stessi.

Sì, perché rafforzare la propria immagine pubblica ci consente di avere una voce più autorevole, una voce che vale la pena di essere ascoltata e che non avrà più bisogno di urlare per differenziarsi dalle altre. La fiducia è un valore che va costruito con pazienza e consapevolezza a cominciare dal modo in cui ci proponiamo agli altri ed è l’unico elemento che conta quando si vuole instaurare un contatto, che sia con un follower o con un interlocutore in carne ed ossa.

 

A chi serve?

 

Chiunque può trarre benefici da un buon posizionamento in termini di reputazione, ma vediamo degli esempi più specifici:

  • Per un imprenditore riuscire a rendere credibile la propria azienda, curare la propria immagine è fondamentale. Se chi guida non risulta affidabile, come può esserlo la sua attività?

 

  • Mettiamo il caso di una persona che è già inserita nel mercato del lavoro. Questa potrebbe aver bisogno di rafforzare la posizione che già ricopre oppure di riposizionarsi professionalmente, poiché magari il mercato in cui opera è saturo o semplicemente vorrebbe rimettersi in gioco e ricevere nuovi stimoli.

Una buona strategia di personal branding sarà allora in grado di attirare nuovi partner e nuovi clienti o da un possibile futuro datore di lavoro.

 

  • Se guardiamo ai freelance, siamo di fronte ad un caso ancora più lampante: in questo caso il proprio brand coincide ancor più perfettamente con la persona stessa e la possibilità di attirare o meno i clienti dipende tutta dalla propria reputazione, sia online che offline.
Se vuoi approfondire, contattaci! WhatsApp Scrivici

Leave a Reply